Bookshop

La guida ufficiale del museo, libri sulle migrazioni, cartoline, gadget…
Vi presentiamo il bookshop del MiM Belluno.

Oltre l’ignoto.
Le avventure di Anna Rech e Jack Costa

Di Andrea Barattin

Due storie piene di avventura, due vite che improvvisamente cambiano rotta e si ritrovano quotidianamente a combattere per costruire un futuro migliore. Due personaggi, Anna Rech e Jack Costa, che ci insegnano ad andare oltre le paure, a rialzarci quando cadiamo. Perché gli artefici del nostro destino siamo solo noi stessi.

Tutti i mestieri del mondo.
Un secolo di emigrazione bellunese

A cura di Romeo Pignat

C’è una regola che accomuna tutte le storie di emigrazione: si emigra per conquistare, attraverso il lavoro, una dignità individuale e sociale spesso negata a casa propria. Per questo il lavoro, insieme strumento e fine, è l’assoluto protagonista di quell’andare per il mondo che è la linfa vitale del nostro pianeta. Sono i continui flussi di mani, intelligenze e motivazioni, a trasformare il presente e a costruire il futuro. Questa legge fondamentale, che regola economie e società, è ben nota a generazioni di bellunesi, protagonisti di un’epopea migratoria con antiche radici, che ha raggiunto i suoi picchi massimi tra l’ultimo quarto dell’Ottocento e gli anni Settanta del Novecento. Tutti i mestieri del mondo è un album fotografico che fissa alcuni di questi momenti, con immagini che attraversano quasi un secolo e, nella loro successione cronologica, ci lasciano intravedere un cammino storico, sociale e culturale, percepibile non solo per i segni oggettivi, le mutazioni delle mode e dei paesaggi sullo sfondo, ma anche per l’evoluzione dello sguardo, per come si rappresenta o ci si fa ritrarre, tradendo un vissuto, un sentimento di appartenenza a un’epoca e a un luogo.

I ricordi della valigia.
Storie di bellunesi nel mondo 

Una raccolta di storie di vita che attraversano nazioni, oceani, continenti, vicende storiche, mestieri e sentimenti. Un unico comune denominatore: l’esperienza migratoria dalla terra bellunese. In questo libro l’Associazione Bellunesi nel Mondo mette insieme una serie di racconti lasciati negli anni dai “propri” emigranti. Racconti commoventi, divertenti, carichi di nostalgia o di avventura. Racconti di girovaghi e vagabondi, di pionieri e angeli custodi. Dal minatore maltrattato che si prende la rivincita quando Bartali vince il Tour de France, all’aspirante giornalista che incontra Indro Montanelli per sentirsi augurare di non fare mai il suo lavoro. Dal gelatiere che inventa a New York il cono gelato, al giovane meccanico in Canada che un giorno decide di viaggiare in macchina verso il West, «fino a dove terminava la strada». Piccole testimonianze di vita vissuta, tra passeur che si fanno pagare per varcare clandestinamente il confine sulle Alpi, matrimoni per procura, cuori divisi e strani incontri nelle viscere della terra.
«Le storie di emigranti – scrive uno dei protagonisti – si snodano sempre tra appagamenti e nostalgia, valigie colme di speranza ed emblema di sacrificio». Storie semplici ed eccezionali. Sempre in bilico tra ordinario e straordinario.

Pensieri di un cervello in fuga.
Racconto di un curriculum italizzero

Di Raffaele De Rosa

Una storia di estrema attualità quella raccontata da Raffaele De Rosa, “italizzero” per sua stessa definizione, crasi che nasconde una grande verità del nostro tempo: l’affermarsi, progressivo, di una generazione di giovani (e meno giovani) professionisti a cavallo tra due mondi. Quello dove sono nati e cresciuti. E quello dove hanno trovato le giuste opportunità professionali. Il fenomeno dell’emigrazione italiana è in continua evoluzione, e i giovani che lasciano in questi anni la penisola sono sempre più consapevoli delle opportunità offerte da un mondo più aperto, dove incontrano meno ostacoli alla propria mobilità. La sfida del futuro per il sistema-paese sarà quella di rimettere in circolazione queste risorse. Professionisti avvezzi a un mondo globale, che hanno tanto da dare al loro Paese di origine.

Da mezzo secolo al servizio della comunità
A cura di Dino Bridda

La storia di queste vallate, giacenti all’ombra delle Dolomiti e unite dalla cerniera della Piave, è fatta di migrazioni secolari, costantemente segnate da speranze e nostalgie. Sul grande libro della nostra storia hanno apposto la loro firma centinaia di migliaia di abitanti di queste terre, ma il loro segno avrebbe rischiato di venire cancellato dalla patina inesorabile del tempo, dall’indifferenza verso un passato da rimuovere. Queste pagine nascono proprio per combattere tutto ciò e nel tentativo di dare voce a chi, altrimenti, non verrebbe mai ascoltato, così come accadde nel 1966 con la nascita di quella che oggi è l’Associazione Bellunesi nel Mondo. Qui sono racchiuse storie legate all’emigrazione dei secoli scorsi, a testimonianze di solidarietà, a un presente che guarda al futuro con gli occhi delle nuove generazioni nella speranza che i protagonisti vi si possano riconoscere. Infine, forse è anche un tentativo per cercare di vivere al meglio il nostro presente nella lezione di chi ci ha preceduto.

Guida interattiva
del MiM Belluno
A cura di Luisa Carniel

La migrazione, vista con uno sguardo aperto e oggettivo, è un’esperienza che appartiene a tutti i popoli e a tutte le epoche. Questi movimenti sono la linfa vitale del nostro pianeta. L’energia, l’impegno, gli enormi sacrifici di tutti i migranti hanno contribuito nei secoli alla costruzione di grandi civiltà. Dentro ogni valigia c’è un seme di creatività individuale, un universo vivo di sentimenti, lo stile e la cultura delle proprie radici. Il MiM Belluno: un piccolo viaggio che parte da una terra di migrazioni, per comprendere l’essenza e la dignità della condizione di migrante. Con questa guida si avrà modo di portare a casa un “pezzo” del MiM e, grazie alla presenza dei QR Code, si potrà rivedere parte dei video presenti all’interno dell’area museale.

 

Emigrazione 2.0
Storie di giovani expats bellunesi

Questa pubblicazione è il frutto di una serie di interviste che la rivista “Bellunesi nel mondo” ha fatto nel corso di questi anni alla community di Bellunoradici.net, il socialnetwork dell’ABM rivolto ai bellunesi, dalla prima alla quinta generazione, che vivono al di fuori della provincia di Belluno (Italia o estero). Rappresentano la nuova generazione di emigranti che, come messo in evidenza dal titolo, appartengono all’Emigrazione 2.0. Sono gli expats: giovani con in mano una laurea, una professione e che hanno fatto le valige per vivere un’esperienza lavorativa all’estero. Una comunità, quella degli expats, in continua crescita che sta facendo aumentare in modo esponenziale gli scritti all’Aire (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero). La nostra piccola casa editrice con questa pubblicazione vuole far conosce al lettore proprio questi giovani bellunesi: Laura, Emiliano, Cristina, Mauro… sono solo alcuni dei nomi che incontrerete in queste pagine. Nomi con la loro storia, la loro origine bellunese, il loro amore per Belluno e soprattutto per le Dolomiti, ma anche il loro alto profilo professionale. Bellunesi quindi che portano alto l’onore del nostro territorio. Bellunesi che dobbiamo maggiormente coinvolgere per il futuro della provincia di Belluno. C’è un’altra Belluno nel mondo e con questa pubblicazione vogliamo in parte farvela scoprire.

La felpa ABM

La borsa del MiM Belluno

Le cartoline del MiM

Hai già visitato il MiM ma non hai avuto tempo di fare acquisti al nostro bookshop? Nessun problema! Possiamo spedire le nostre pubblicazioni direttamente a casa tua. Per maggiori informazioni inviaci una mail: info@mimbelluno.it