Nella giornata di ieri l’Associazione Bellunesi nel Mondo e una classe della scuola primaria di Pieve d’Alpago hanno ricevuto un’importante visita e una sorpresa molto speciale. Anzi, ben tre sorprese. Dopo la visita guidata al museo delle migrazioni, i ragazzi con le loro insegnanti hanno conosciuto il signor Camillo Moro e i coniugi Silvestro e Palmira Cortina. Per rendere ancora più reale il mondo delle migrazioni e tutto ciò che sta al suo interno, i nostri ospiti hanno raccontato la loro esperienza come migranti: testimonianze dirette che hanno coinvolto molto il gruppo di ragazzi interessatissimi a conoscere le loro vicissitudini. Grazie anche alla grande curiosità della classe, il signor Moro ha raccontato della sua esperienza in Germania, nella Foresta Nera, come boscaiolo dove all’inizio negli anni ’60 a soli 20 anni ha deciso di andare per lavoro. Anche il signor Cortina è emigrato all’estero: in Sudan sei anni come lavoro stagionale e poi in Turchia. La moglie, Palmira ha una storia differente, ma ugualmente importante. Nonostante non sia stata lei ad emigrare, la lontananza del marito si sentiva nella sua vita quotidiana con a carico animali, il campo e sei bambini. Due visioni diverse, ma interessanti: la storia di chi è partito e dei famigliari che qui in Italia sono rimasti, ma entrambe le parti con il pensiero sempre rivolto alla speranza di potersi rivedere presto.